Ogni anno, con l’arrivo dell’estate, sopraggiungono caldo e afa e sono ormai moltissime le persone che utilizzano l’aria condizionata per trovare un po’ di refrigerio a casa, in macchina o in ufficio. Purtroppo però, se non si seguono alcuni semplici accorgimenti, è facile che questo alleato diventi responsabile di alcuni disturbi. Scopriamo insieme quali sono e come affrontarli anche con l’aiuto dell’omeopatia.

Aria condizionata: usala con prudenza

L’aria condizionata, se usata correttamente, costituisce uno strumento fondamentale per affrontare le alte temperature di questa stagione. Infatti, un ambiente ben climatizzato favorisce il benessere e la concentrazione e permettere di trascorrere notti serene. Anche in automobile, poi, l’aria condizionata è un alleato della sicurezza nella guida, poiché aumenta indubbiamente il comfort e rende meno faticosi anche i viaggi più lunghi. Per non trasformare l’istantaneo beneficio ricavato dal fresco artificiale in un danno per la nostra salute è necessario tenere a mente alcune regole fondamentali. Innanzitutto è bene mantenere la temperatura dei locali interni intorno ai 25° e non abbassarla troppo di notte, quando anche il calore corporeo e la temperatura esterna diminuiscono. Il freddo eccessivo e gli sbalzi di temperatura conseguenti, infatti, interferiscono con i naturali meccanismi di difesa dell’apparato respiratorio: l’organismo è così meno pronto a combattere virus e batteri.

Ma quali sono i disturbi che possono derivare da un uso scorretto dell’aria condizionata?

  • Mal di gola in estate

Il mal di gola è uno dei sintomi più diffusi dovuti all’utilizzo scorretto dell’aria condizionata: si tratta di un’infiammazione del cavo che, durante l’estate, è causata principalmente dall’alto tasso di umidità e dagli sbalzi di temperatura, i quali favoriscono la proliferazione di virus e batteri nelle alte e basse vie aeree. Per questo è importante prestare attenzione alla temperatura del condizionatore, che dovrebbe essere di cinque – sei gradi in meno rispetto alla temperatura esterna. I medicinali omeopatici possono essere utili sia per prevenire questi disturbi, sia per favorire una rapida risoluzione del problema.

  • Malattie da raffreddamento e aria condizionata

Sbalzi di temperatura, colpi d’aria e freddo sono tra le cause più frequenti del raffreddore. I sintomi più comuni e facili da riconoscere sono naso chiuso, starnuti, mal di gola e malessere generale. I medicinali omeopati possono rivelarsi validi alleati per il trattamento di questi disturbi.

  • Febbre da aria fredda

Il raffreddamento dovuto all’aria condizionata può sfociare in febbre, disturbo particolarmente fastidioso soprattutto quando si presenta in estate. È importante però ricordare che la febbre è uno dei meccanismi attraverso cui l’organismo si difende quando viene aggredito da un virus o da un batterio. Per questo, non è sempre utile cercare di eliminarla o di abbassarla drasticamente ma, può essere sufficiente, tenerla sotto stretto controllo. Quando i sintomi della febbre alta (mal di testa, dolori muscolari e articolari, nausea, malessere generale) diventano particolarmente acuti, un abbassamento della temperatura può attenuare la sensazione di malessere. In questi casi, per avere sollievo, si può ricorrere all’aiuto dei medicinali omeopatici che possono essere utilizzati per il trattamento dei sintomi1 della febbre. Se la febbre persiste è sempre importante consultare il proprio medico.

  • Tosse

L’uso scorretto dell’aria condizionata può provocare anche la tosse, un meccanismo che l’organismo attiva per liberare le vie aeree da qualsiasi tipo di materiale ostruttivo fastidioso e per rimuovere l’eccesso di secrezioni e di muco. L’omeopatia offre numerose soluzioni per il trattamento delle irritazioni delle vie aeree, ripristinandone la naturale struttura fisiologica. I medicinali omeopatici, disponibili in diverse forme farmaceutiche come sciroppi, granuli e gocce orali, soluzioni, ecc., possono essere utilizzati per tutti i tipi di tosse, sia secca, sia grassa. L’assenza di sostanze ad azione farmacologica sedativa li rendono utilizzabili in qualunque momento della giornata, senza effetti quali sonnolenza, stipsi o depressione respiratoria.

  • Disturbi visivi

I nostri occhi sono molto delicati e se il condizionatore viene usato impropriamente è possibile andare incontro a irritazione e secchezza oculare. Inoltre, se i filtri non sono ben puliti, l’aria condizionata può portare con sé inquinanti e allergizzanti, irritando ulteriormente gli occhi. I medicinali omeopatici possono rappresentare un valida opportunità terapeutica per molti disturbi oculari.

L’aiuto dell’omeopatia per i disturbi da aria condizionata

I medicinali omeopatici possono rappresentare un valido aiuto per affrontare i disturbi più comuni causati dall’utilizzo scorretto dell’aria condizionata. In particolare, quelli costituiti da sostanze molto diluite, non presentano generalmente rischi di interazioni con altri farmaci o di sovradosaggio. Per questo possono anche essere solitamente associati ad altri trattamenti farmacologici e utilizzati da tutti. Chiedi al tuo medico e al tuo farmacista: sapranno consigliarti i medicinali omeopatici più adatti a te.

 

 


1 Pandev V. Hay fever & homeopathy: a case series evaluation. Homeopathy. 2016;105:202-8

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *