La scelta delle materie prime, che siano di origine vegetale, animale, minerale o chimica, è una fase fondamentale per assicurare la qualità dei nostri medicinali omeopatici. Tra le sostanze di partenza utilizzate da Boiron, il 53% è di origine vegetale, come Euphrasia officinalis.

Impariamo a conoscere Euphrasia officinalis

Euphrasia officinalis è una piccola pianta erbacea annuale, alta non più di 30 centimetri, che presenta un piccolo fiore di colore bianco-violetto con il cuore screziato di giallo, riconoscibile anche dalle foglie che sono disposte in modo alternato nella parte bassa dello stelo e opposte nelle vicinanze dell’infiorescenza. In Francia esistono 12 tipi di Euphrasia con relative sottospecie; mentre nel mondo si contano fino a 120 specie differenti. Tra tutte le specie di Euphrasia, il fiore di Euphrasia officinalis è uno dei più grandi, infatti può raggiungere i 15 millimetri. Questa pianta cresce in Europa, soprattutto sulle Alpi, tra i 600 e i 2.500 metri di altitudine e predilige habitat erbosi, terreni silicei e margini del bosco. Viene raccolta da fine agosto a fine settembre, a seconda delle annate.
Guardando questo piccolo e grazioso fiore alpino, si potrebbe quasi dimenticare che è una pianta parassita. Per crescere e svilupparsi infatti, utilizza minuscoli austori, estroflessioni simili a radici, con cui assorbe l’acqua e le sostanze nutritive delle piante vicine.

Una materia prima di qualità

Per garantire la massima qualità della materia prima, Boiron ha stabilito un apposito capitolato di raccolta dei ceppi di origine vegetale:

  • Le specie botaniche devono essere raccolte o coltivate lontano dalle aree industrializzate, urbane, dalle colture intensive e dalle strade, per evitare al massimo l’inquinamento
  • Le piante devono essere separate da tutte le altre specie vegetali e pulite da qualsiasi elemento estraneo (terra, resti di legno, sassi…)
  • Lo stato di salute delle piante deve essere perfetto (assenza di afidi, malattie, ruggine)
  • Le piante devono essere consegnate al massimo entro 48 ore dalla raccolta, in imballaggi areati e in camion frigoriferi.

Inoltre, per garantire una qualità conforme ai requisiti della Farmacopea francese, Boiron utilizza la pianta intera, fiorita, fresca e spontanea di Euphrasia officinalis.

I raccoglitori Boiron

Con una decina di specie di Euphrasia repertoriate in Francia e oltre un centinaio nel mondo, la prima missione del raccoglitore consiste nell’identificare scrupolosamente la specie richiesta da Boiron per la produzione dei medicinali omeopatici. Dunque, la prima qualità che si richiede ai raccoglitori è di essere degli esperti di botanica. Inoltre, durante la fase di raccolta di Euphrasia officinalis i raccoglitori devono fare molta attenzione a lasciarne sempre un terzo sul sito di raccolta, in modo che sia garantita la sua riproduzione per gli anni successivi.

L’esperienza di Boiron per garantire la qualità dei medicinali omeopatici

Una volta arrivata presso il sito di produzione di Messimy, vicino a Lione, Euphrasia officinalis viene sottoposta alla classificazione botanica della specie da parte delle équipe di controllo per verificarne l’idoneità. Viene controllata la qualità generale del lotto (assenza di parassiti, danni durante il trasporto), oltre al tasso di umidità e l’assenza di radioattività. Vengono effettuati i controlli sul rispetto dei tempi (48 ore dalla raccolta) e della modalità di consegna al sito di produzione e sulla provenienza della pianta. In seguito, Euphrasia officinalis è sottoposta ad analisi fisico-chimiche. Solo se la pianta supera tutti i controlli di qualità, si procede alla fase di trasformazione e di produzione dei medicinali omeopatici.

Per trasformare le materie prime di origine vegetale in medicinali omeopatici, è necessario estrarne il fitocomplesso, che contiene tutte le sostanze presenti all’interno della pianta. Di questo processo, che porta alla produzione della tintura madre, Boiron ha un’esperienza consolidata. Una volta ottenuta la tintura madre, Boiron procede alle preparazione delle diluizioni omeopatiche che vengono poi incorporate in un supporto neutro (granuli, globuli, colliri, soluzioni, ecc.).

Boiron ha acquisito un sapere unico nella produzione di medicinali omeopatici, frutto di oltre 80 anni di esperienza e innovazione. La nostra preoccupazione costante è la qualità delle materie prime e il rigore della produzione, garanti dell’affidabilità dei nostri medicinali. Dalla raccolta di Euphrasia officinalis al medicinale omeopatico, assicuriamo un monitoraggio e un controllo permanente durante tutte le fasi della produzione, seguendo l’intero processo con la massima cura.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.