Sia a livello nazionale che europeo, oggi sono in costante crescita gli ambulatori e gli ospedali, dove l’omeopatia viene impiegata da sola e/o in maniera complementare alle altre terapie. Il medico ha a propria disposizione più registri terapeutici e, in scienza e coscienza, sceglie la cura migliore per il proprio paziente. È il pluralismo scientifico a indicargli la strada.

Ma cosa succederà in avvenire? Quale sarà il ruolo dell’omeopatia all’interno del panorama medico del futuro? Ecco cosa ne pensa Christian Boiron.

 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.