Le feste di fine anno sono un’occasione per trascorre momenti piacevoli: riunioni di famiglia, cene coi colleghi, aperitivi con gli amici e scambi di regali. Tutte queste circostanze però possono nascondere alcuni inconvenienti. Ad esempio, la preparazione di un pranzo per numerose persone, la corsa per gli ultimi regali, i ritmi del sonno alterati a causa delle serate di festa e le abbuffate durante le riunioni familiari, possono comportare alcuni disturbi come stress, mal di testa, insonnia e problemi digestivi. Per questo è bene seguire alcuni semplici accorgimenti per non trasformare questa gioiosa occasione di festa in un momento caratterizzato da piccoli ma fastidiosi disturbi.

Natale a tavola in salute!

Con le feste imminenti, la tavola è sempre bene apparecchiata e ricca di piatti gustosi, e resistere a tutte queste tentazioni è quasi impossibile. Infatti, non è poi così raro, dopo pasti troppo generosi e l’ennesimo morso al panettone o al pandoro, avvertire i primi sintomi dell’indigestione, una delle conseguenze più immediate delle abbuffate. I sintomi tipici, che normalmente possono durare da poche ore a qualche giorno, sono: sensazione generale di malessere, sudorazione fredda, nausea intensa e senso di peso allo stomaco. A volte possono manifestarsi anche crampi alla parte alta dell’addome, vomito e diarrea. In queste situazioni è sempre bene non eccedere, ma se dopo un pasto abbondante, si ha la sensazione di avere mangiato troppo e di non aver digerito, l’omeopatia può rappresentare una valida opportunità terapeutica.

Mal di testa da feste!

Anche il mal di testa rischia di essere un sintomo sgradevole quanto frequente durante il periodo delle feste natalizie, in quanto la cefalea può essere dovuta anche a disturbi digestivi, oltre che a stress e cause osteomuscolari. Se abbiamo esagerato a tavola mangiando grandi quantità di alimenti particolarmente calorici, che ci hanno provocato il classico “cerchio alla testa che stringe”, con dolori pulsanti a scomparsa rapida e che peggiorano con il movimento, luce o rumore, l’omeopatia può esserci d’aiuto.

Insonnia: niente panico!

Andare a dormire con lo stomaco pieno può avere delle ripercussioni anche sulla qualità del sonno. In occasione dei pasti abbondanti tipici delle feste natalizie, può capitare infatti di far fatica ad addormentarsi o svegliarsi numerose volte durante la notte. Inoltre, l’insonnia può provocare una diminuzione delle difese dell’organismo e quindi una maggiore suscettibilità a malattie ed infezioni. Per questo motivo, il nostro organismo ha bisogno di riposare per recuperare le forze, sia per migliorare la propria efficienza fisica, sia per rinforzare il sistema immunitario. I medicinali omeopatici possono costituire un’opportunità terapeutica per aiutare a trattare condizioni stress-correlate come i disturbi del sonno. Inoltre, normalmente non inducono sonnolenza diurna e non interferiscono generalmente sullo svolgimento delle più comuni attività lavorative.

Preparativi dell’ultimo momento: manteniamo la calma!

La preparazione di un pranzo per molte persone, la corsa per gli ultimi regali in negozi affollati e i ritmi del sonno alterati a causa delle serate di festa, sono tutti momenti che possono comportare un po’ di agitazione e stress. L’omeopatia, anche in questo caso, può rappresentare un valido aiuto per il nostro organismo ad affrontare meglio le situazioni stressanti a breve termine, ma può anche essere una valida alleata per ristabilire l’equilibrio emotivo e controllare le reazioni allo stress.

Ammalarsi durante le feste proprio no!

Come ogni anno, la stagione invernale porta con sé i virus dell’influenza e delle malattie simil-influenzali. Per evitare di farsi rovinare le vacanze da febbre, tosse e raffreddore, è bene ricordarsi di agire in prevenzione anche con l’aiuto dell’omeopatia. I medicinali omeopatici infatti possono rappresentare un valido aiuto per l’organismo ad affrontare i sintomi dell’influenza, sia in fase preventiva, sia alla comparsa dei primi sintomi e durante la fase acuta.

L’omeopatia: una valida alleata

Per tutti questi disturbi, che possono presentarsi durante le feste, l’omeopatia può rappresentare quindi una valida opportunità terapeutica. I medicinali omeopatici, caratterizzati da alte diluzioni, generalmente non presentano effetti collaterali e possono essere assunti in concomitanza con altre terapie. Chiedi al tuo medico e al tuo farmacista, sapranno consigliarti quali medicinali omeopatici è bene tenere con te durante le feste.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *