Testo a cura del dott. Salari, medico pediatra, responsabile del Gruppo di lavoro per il sostegno alla genitorialità della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS)

Cara mamma, caro papà, finalmente sarete tornati a casa con il vostro piccolo o la vostra piccola. La nascita è un momento bellissimo e indimenticabile, ma allo stesso tempo “complesso” per voi genitori, che siete spesso “assaliti” da mille dubbi o magari avete paura di commettere qualche sbaglio. Ecco per voi alcuni consigli che vi aiuteranno a riconoscere alcuni piccoli disturbi tipici delle prime epoche di vita del bebè e ad affrontarli anche con l’aiuto dell’omeopatia, che rappresenta un’opportunità terapeutica interessante in età pediatrica. Infatti, i medicinali omeopatici, grazie alle diluizioni delle sostanze attive generalmente presenti nelle loro formulazioni sono solitamente privi di effetti collaterali e, in molti casi, possono essere somministrati anche in concomitanza con altre terapie.

neonati disturbi omeopatia mughetto

Un disturbo molto diffuso nei neonati è il mughetto, un’infezione della bocca causata dal fungo Candida albicans. Si manifesta con placche biancastre, simili a coaguli di latte ma aderenti, sulla superficie interna delle guance, sulla lingua, sulle gengive e/o sul palato. L’infezione può essere accompagnata da una sensazione fastidiosa che induce il lattante a rifiutare le poppate, rendendolo talvolta piagnucoloso e irritabile. I medicinali omeopatici possono rappresentare un’opportunità terapeutica per la presa in carico di questo disturbo. 

neonati disturbi omeopatia crosta lattea

Una manifestazione frequente nei primi mesi è la crosta lattea, caratterizzata dalla formazione di squame sul cuoio capelluto, più o meno diffuse, dapprima untuose e poi secche. Non sono dolorose ma possono persistere e sono fonte di preoccupazione per i neogenitori. Anche in questo caso l’omeopatia può essere un valido supporto.

neonati disturbi omeopatia coliche

Se dopo aver mangiato, il piccolo piange ed è inconsolabile, gettando i genitori in uno stato d’apprensione, molto spesso si tratta di coliche gassose. Sono causate generalmente da un accumulo di gas nell’intestino. Queste crisi compaiono generalmente verso il 10° giorno di vita e scompaiono verso i 4-5 mesi. In genere sono accompagnate da irritabilità, pallore o arrossamento del viso ed emissione di gas intestinali. Inoltre, si presentano soprattutto nel tardo pomeriggio/sera e possono protrarsi nel tempo. Il piccolo inarca anche le gambine nel tentativo di alleviare il dolore, provocato dalla rapida distensione della parete intestinale a seguito del passaggio di bolle d’aria. I medicinali omeopatici possono rappresentare un aiuto per contrastare la sintomatologia delle coliche gassose.

neonati disturbi omeopatia rigurgiti

Il rigurgito del neonato è una condizione che può verificarsi nei primi mesi di vita e si manifesta in particolare, dopo l’assunzione di una quantità di latte superiore alla capienza dello stomaco. Nei neogenitori, questo fenomeno può provocare qualche preoccupazione, ma solitamente il fenomeno è transitorio ed è caratteristico dei lattanti voraci. Attenzione, però, a non confondere il rigurgito, che è un fenomeno molto comune e del tutto normale, con il reflusso gastro-esofageo, che rappresenta una vera e propria condizione patologica, caratterizzata da pianto dopo le poppate e tendenza del lattante a ridurre l’alimentazione e di conseguenza a crescere poco. Anche in questo caso è possibile ricorrere all’omeopatia per affrontare questo disturbo.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.