Articolazioni doloranti o che “scricchiolano”, insonnia, mal di schiena e qualche disturbo legato alla menopausa per le donne. Con il passare del tempo è normale sentire in maniera più o meno intensa i fastidi legati all’età. Per alleviare questi fastidi è possibile ricorrere anche ai medicinali omeopatici. Abbiamo chiesto qualche consiglio al dott. Cesare Maffeis, geriatra esperto in omeopatia.

L’omeopatia può rivelarsi una buona alleata per affrontare i disturbi legati all’età?

L’omeopatia in questo periodo della vita può essere una valida alleata perché permette di alleviare alcuni disturbi legati all’età, senza interagire con altre cure che si stanno seguendo. Questo consente a noi medici di poter proporre la migliore strategia terapeutica possibile, in un’ottica di integrazione dei diversi registri terapeutici, omeopatici o convenzionali.

Per quali disturbi le donne possono ricorrere ai medicinali omeopatici?

Per le vampate di calore ad esempio, tipiche nelle donne in età da menopausa, è possibile ricorrere anche ai medicinali omeopatici. Caratterizzate da senso di calore associato a congestione cefalica, con o senza sudorazione, seguita a volte da sensazione di freddo, le vampate di calore possono comparire di giorno e/o di notte. Anche la sensazione di gonfiore, l’incremento di peso e l’aumento del girovita sono tipici della menopausa. In questo caso, l’omeopatia può essere utilizzata per affrontare la sensazione di peso addominale e per le vampate collegate a stati di nervosismo e di ansia. Per controllare peso e gonfiore inoltre, consiglio di dedicarsi all’attività fisica; più intensa se si è già allenati, per esempio nuoto, acquagym, oppure a sport più dolci come una buona camminata, yoga o pilates.

Per chi soffre di stress e insonnia l’omeopatia può essere utile?

Con il passare degli anni il sonno può subire numerose variazioni, modificandosi in qualità e quantità. L’insonnia è un fenomeno legato a un’alterazione dell’orologio biologico, che non distingue più il giorno dalla notte. Per coloro che lamentano disturbi del sonno, l’omeopatia può rappresentare una valida opportunità terapeutica1. In particolare i medicinali omeopatici caratterizzati dalle alte diluizioni sono generalmente privi di effetti collaterali e possono normalmente essere assunti anche in concomitanza con altre terapie. Irritabilità, agitazione e difficoltà a dormire bene sono frequenti anche durante la menopausa: le alterazioni ormonali infatti possono influenzare anche il ritmo sonno veglia, provocando un aumento dell’ansia. Questi sintomi si caratterizzano infatti per risvegli improvvisi durante la notte, perché la mente deve affrontare numerosi pensieri e per la forte tentazione di mangiare cibi dolci. L’omeopatia può rivelarsi un’ottima alleata anche per affrontare lo stress e la fame nervosa. Per evitare di abbuffarsi di cibi ipercalorici, consiglio di tenere in frigorifero della verdura come carote, ravanelli o finocchi già lavati e tagliati, da consumare per vincere l’ansia senza introdurre troppe calorie.

E per i dolori muscolari cosa consiglia?

Tra i disturbi muscolari che riscontro con maggiore frequenza tra i miei pazienti vi è la lombalgia. Quando si parla di lombalgia, più comunemente chiamata “mal di schiena”, si intende un dolore connesso ai muscoli e alle ossa della colonna vertebrale che può avere diverse cause. La lombalgia inoltre, può essere acuta, dal dolore più breve e intenso, oppure cronica, caratterizzata da un dolore meno acuto ma duraturo nel tempo. Capita spesso che, con il passare degli anni, si soffra di mal di schiena dopo aver sollevato oggetti troppo pesanti. In queste situazioni, per alleviare il dolore causato da questo disturbo, è possibile ricorrere anche ad alcuni medicinali omeopatici. Tipici della terza età sono ad esempio i dolori articolari, spesso dovuti a un processo di usura delle articolazioni, in particolare di quelle mobili. Questi dolori possono dipendere da diversi fattori, patologici e non, quali artrite, obesità, influenza, osteoporosi e freddo.  In questo caso, ci sono medicinali omeopatici che possono rivelarsi utili per affrontare i dolori articolari2.

          


1 Grimaldi-Bensouda L., Abenhaim L., Massol J., Guillemot D., Avouac B., Duru G., Lert F., Magnier AM, Rossignol M, Rouillon F, Begaud B. Utilization of psychotropic drugs by patients consulting for sleeping disorders in homeopathic and conventional primary care settings: the EPI3 cohort study. Homeopathy; 2015.

2 DANNO K., JOUBERT C., DURU G., VETEL J.M. Physician practicing preference for conventional or homeopathic medicines in elderly subjects with musculoskeletal disorders in the EPI3-MSD cohort. Clin Epidemiol. 2014; 6:333-41

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.