L’omeopatia è spesso oggetto di luoghi comuni: stereotipi spesso dovuti a una scarsa conoscenza di questi medicinali e del loro utilizzo nella pratica medica. E tu quanto la conosci?

Ecco alcuni luoghi comuni da sfatare sull’omeopatia!

1) L’omeopatia è solo a base di erbe…

…FALSO!

L’omeopatia è spesso confusa con la fitoterapia!

Se la fitoterapia si avvale esclusivamente dei benefici delle piante per la salute l’omeopatia utilizza anche sostanze di origine animale, minerale e chimica. Altra differenza importante: in omeopatia, la sostanza di partenza (vegetale, animale o minerale) è molto spesso diluita per essere utilizzata a dosi omeopatiche.

2) Solo un medico omeopata può prescrivere i medicinali omeopatici…

…FALSO!

Sia i medici specializzati in aree come ad esempio pediatria, chirurgia, odontoiatria che i medici di famiglia si avvalgono dell’omeopatia nella loro pratica clinica quotidiana e anche i farmacisti possono aiutarti a scegliere il medicinale omeopatico più adatto alle tue necessità.

3) Non si sa ancora come funziona l’omeopatia…

…VERO!

Nel mondo vengono realizzati molti lavori di ricerca per comprendere il funzionamento delle diluizioni omeopatiche ma, a oggi, il loro meccanismo di azione non è stato ancora spiegato.

Ci vorrà pazienza come ce n’è voluta molta per spiegare l’azione di farmaci noti come l’aspirina (1971) e la penicillina (fine del XX secolo). Quello che si sa è che oltre 400.000 professionisti della salute in tutto il mondo constatano quotidianamente l’efficacia delle terapie omeopatiche.

4) L’omeopatia è oggetto di ricerche mediche…

…VERO!

L’omeopatia nasce dalla ricerca: il suo primo fautore, il Dottor Samuel Hahnemann, per mettere a punto e studiare l’azione dei medicinali omeopatici, la sperimentava su se stesso, su familiari, amici e pazienti. Anche molti lavori clinici hanno dimostrato gli effetti dell’omeopatia in diverse patologie e oltre 5000 studi sono consultabili sul sito di PubMed, il principale motore di ricerca scientifico al mondo.

6 Commenti

  1. Le pastiglie alla menta possono alterare effetto dei prodotti omeopatici?

    Rispondi

    1. Ciao Bruna, la menta se consumata a distanza dall’assunzione dei medicinali omeopatici, non influisce sulla loro efficacia. In linea generale, si consiglia di assumere i medicinali omeopatici a bocca vuota e pulita, possibilmente lontano dai pasti.
      Ti auguriamo una buona giornata!

      Rispondi

  2. Io mi curo da 27 anni con l’omeopatia …erco di prendere meno medicine tradizionali possibili…a volte non riesco a consultare il medico e mi affido alla farmacista ..ma in qualche farmacia non sono preparatissimi…

    Rispondi

    1. Ciao Vanna, siamo a disposizione del tuo farmacista nel caso in cui avesse bisogno di informazioni in merito ai nostri medicinali: può telefonarci al numero 02 26990382 dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 16.00. Oppure può scriverci a servizioinformazioniboiron@boiron.it. Ti auguriamo una buona giornata! 🙂

      Rispondi

  3. Grazie di aver specificato in questo articolo alcuni punti importanti riguardo ” vero e falso “…sono una paziente che da circa 40 anni ne faccio uso e sono soddisfatta…Buon giornata..Luisa Mei di Roma

    Rispondi

    1. Ciao Luisa, ti ringraziamo per il tuo supporto e per la fiducia che ci hai accordato in questi anni. La tua esperienza positiva non può che farci felici, perché conferma il nostro impegno per la qualità con cui produciamo tutti i nostri medicinali.
      Continua a seguirci 🙂 Buona giornata

      Rispondi

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.