Le idee più belle della mia vita sono nate davanti a una tazza di caffè, quando quel profumo così italiano che esce da una Moka ha il potere di stimolare la mia creatività.

Quel giorno, quindici anni fa, ero con Francesca Bianucci, un’amica storica con la quale avevo fino ad allora condiviso esperienze importanti e intime: i nostri rispettivi fidanzamenti e matrimoni, la nascita dei figli…

Non sapevamo che davanti a quelle tazzine fumanti stava per nascere un’idea che ci avrebbe unito anche nel lavoro, cosa improbabile perché io lavoravo come responsabile delle relazioni esterne in Boiron, e lei in una sua agenzia che si occupava di mostre d’arte.

Ma la vita è così piena di sorprese…

“Perché non chiediamo agli artisti di interpretare l’omeopatia secondo il loro sentire?” ci siamo dette.

In Italia l’omeopatia era sconosciuta e quest’idea ci entusiasmava, anche perché sapeva di nuovo ma… non avrebbe “generato fatturato”.

Dovevo parlarne direttamente al Presidente, Christian Boiron: l’unica persona che poteva dire di sì. Ma non era facile trovare il momento adatto.

Il sogno-progetto è rimasto fermo per parecchi mesi, anche se, dentro di me continuavo a sentirne la forza. Poi, nella primavera del 2001, le circostanze mi hanno portata a essere da sola con lui in un momento di quiete. E lì si è creata l’occasione: gli ho esposto il progetto e la sua risposta è stata immediata: “Hai tutto il mio sostegno”. Cosa potevo chiedere di più?

Gli ho subito presentato Francesca Bianucci e, dopo pochi giorni, la nostra creatività ha preso forma e siamo passate all’azione, dando il via a un progetto culturale, al quale hanno aderito numerosi artisti che con entusiasmo hanno creato, in un primo tempo, opere sul tema dell’omeopatia e successivamente sulla salute e la felicità, temi fondamentali per Christian Boiron e per tutta l’azienda.

Abbiamo fondato un’Associazione senza scopo di lucro chiamata OMEOART. Nel corso degli anni abbiamo organizzato mostre in luoghi prestigiosi in Italia e all’estero, ma soprattutto abbiamo incontrato persone speciali: gli artisti che con generosità hanno donato le loro opere alla nostra Associazione, dando voce a un racconto inedito e nuovo.

Oggi l’obiettivo di Omeoart è mettere l’arte al servizio della salute, entrando con delicatezza nelle strutture sanitarie. Insieme ai nostri artisti abbiamo colorato con l’aiuto dei bambini, dei medici e degli infermieri interi reparti.

Il messaggio che vogliamo portare nel mondo è “Siate artisti”, perché solo uscendo dalle nostre abitudini ed esprimendo con creatività la nostra unicità possiamo contribuire al cambiamento.

In tutti questi anni, con gratitudine, ho compreso che ognuno di noi ha qualcosa di speciale e unico da condividere.

E la chiave è la creatività con cui possiamo esprimere il nostro “saper essere”. Il “saper fare “sarà una piacevole sorpresa.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.