Grandi e piccini sono a casa da scuola da parecchie settimane ormai. In questo periodo non sono certo mancate le domande, le curiosità e le preoccupazioni. I bambini infatti possono rispondere allo stress in modi molto diversi, come essere più insistenti, ansiosi, arrendevoli, arrabbiati, oppure molto agitati. In questo periodo diventa quindi importante rispondere alle loro reazioni ascoltandoli e dando a loro le giuste attenzioni.

Per affrontare al meglio questo periodo l’Organizzazione mondiale della Sanità ha condiviso questi consigli[1] per aiutare i nostri piccoli ad affrontare al meglio questo periodo.

  • Rispondi alle loro reazioni appoggiandoli, ascolta le loro preoccupazioni e dai loro più amore e attenzione.
  • Cerca di tenere i bambini accanto a te, per quanto possibile. Falli giocare e rilassare.
  • In caso di separazione (ad es. ricovero in ospedale) stabilisci contatti regolari (ad es. via telefono) e rassicurali.
  • Parla di ciò che è accaduto, spiega cos’è ora in corso e fornisci loro informazioni chiare con parole che possono capire a seconda della loro età.
  • I bambini hanno bisogno dell’amore e dell’attenzione degli adulti durante tempi difficili. Concedi loro più tempo e attenzione.
  • Ricorda di ascoltare i tuoi figli, parla con gentilezza e rassicurarli. Se ti è possibile, trova il tempo per giocare un po’ con loro.
  • Segui regolarmente le routine e gli orari in un nuovo ambiente, compresa la scuola / apprendimento e tempo per giocare in sicurezza e rilassarsi.
  • Fornisci fatti su ciò che è accaduto, spiega cos’è ora in corso e fornisci loro informazioni chiare su come per ridurre il rischio di essere contagiati dalla malattia con parole che possono capire a seconda della loro età.
  • Ciò include anche fornire informazioni su cosa potrebbe accadere in modo rassicurante (ad esempio un membro della famiglia e/o il bambino potrebbe iniziare a non sentirsi bene e potrebbe andare in ospedale per un po’ di tempo).

E per gli adulti invece?

In questo momento, è normale anche per gli adulti sentirsi tristi, stressati, confusi o spaventati durante una crisi di questo tipo. Parlare con le persone di cui ci fidiamo può essere d’aiuto. Inoltre, è importante anche in questa situazione cercare di mantenere uno stile di vita sano – dieta corretta, sonno, esercizio fisico – e i contatti sociali con gli amici via e-mail e telefono. È anche importante cercare di raccogliere le informazioni che possano aiutare a determinare con precisione il rischio in modo da poter prendere precauzioni ragionevoli. Per questo è fondamentale trovare sempre una fonte scientifica attendibile come il sito web dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO).


[1] https://www.who.int/emergencies/diseases/novel-coronavirus-2019/advice-for-public

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.