Si rinnova l’appuntamento con la Giornata Mondiale della Vista, promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e celebrata quest’anno il 13 ottobre, occasione speciale per portare l’attenzione sulle problematiche legate a questo bene così prezioso. L’occhio è la più importante struttura di cui è composto l’apparato visivo. Estremamente delicato, l’occhio è continuamente esposto ad agenti esterni (smog, vento, variazioni di temperatura e umidità) che, possono creare fastidi all’occhio. In questi casi, i medicinali omeopatici possono rivelarsi un alleato prezioso per aiutare l’occhio a ritrovare il suo benessere.

L’irritazione oculare e l’occhio secco: disagi diffusi

La congiuntiva è una membrana umida, brillante e trasparente che avvolge il bulbo oculare e riveste la superficie interna delle palpebre. Lo strato cellulare più superficiale, sottilissimo, è protetto dalle lacrime che hanno diverse funzioni:

  • lubrificare l’occhio: il film lacrimale è come l’olio lubrificante di un motore.
  • nutrire la cornea: le lacrime apportano sostanze nutritive e ossigeno.
  • difendere l’occhio: le lacrime “lavano” l’occhio, facilitando l’eliminazione delle sostanze estranee e non permettendo l’attecchimento di germi.

La lubrificazione e l’idratazione degli occhi sono fondamentali per la loro salute e quindi per una buona qualità della vista.

Occhi rossi: segno comune con cause diverse

La congiuntiva può andare incontro a irritazioni e infezioni di varia natura (congiuntivite). Il primo sintomo generalmente è l’occhio rosso (iperemia), fenomeno dovuto alla dilatazione dei vasi sanguigni: la maggior presenza di sangue fa apparire l’occhio completamente arrossato. Le cause più frequenti di una congiuntivite sono le infezioni batteriche, le forme virali, le infezioni delle palpebre, i traumi e le forme non infettive che possono essere provocate da:

  • allergeni (pollini, peli di animale, muffe o polveri di casa) che causano le congiuntiviti allergiche.
  • agenti irritanti (polvere, vento, smog, fumo, cloro dell’acqua delle piscine) che stimolano una risposta infiammatoria e causano le congiuntiviti irritative.
  • radiazioni UV (raggi solari o altre forme di radiazioni) che causano le congiuntiviti attiniche, più frequenti al mare, sulla neve, dopo l’esposizione a lampade abbronzanti.

occhio-seccoL’irritazione oculare e l’occhio secco sono strettamente legati

La “disfunzione lacrimale”, più nota come “occhio secco”, è una condizione caratterizzata dalla presenza di sintomi tipici di irritazione oculare come arrossamento, senso di secchezza e di corpo estraneo, bruciore, desiderio di lavarsi o strofinarsi spesso gli occhi, prurito, fastidio alla luce, maggiore affaticamento visivo, difficoltà ad aprire gli occhi al mattino e visione offuscata. Arrossamento, prurito e lacrimazione acquosa sono caratteristici sintomi allergici.

Il ripristino del film lacrimale calma i sintomi

Una delle proprietà delle lacrime, oltre all’azione antibatterica, è la funzione di protezione dagli agenti esterni. Nel caso in cui il film lacrimale risulti alterato è necessario intervenire tempestivamente per ripristinare la composizione quali-quantitativa fisiologica propria delle lacrime. Ciò consente di ridurre rapidamente i sintomi e permette di ristabilire la funzione protettiva del film lacrimale.

I medicinali omeopatici possono essere un valido aiuto

Anche i medicinali omeopatici  possono essere un valido aiuto per alleviare i disturbi dell’occhio,  agendo su bruciore, arrossamento, sensazione di corpo estraneo e prurito. Si presentano in diverse forme farmaceutiche, come granuli, globuli, colliri, soluzione, ecc.  In particolare, quelli caratterizzati dalle alte diluizioni, sono in genere privi di effetti collaterali e possono essere normalmente somministrati anche a persone anziane, adulti e bambini. Chiedi al tuo medico e al tuo farmacista:  sapranno consigliarti i medicinali omeopatici più adatti alle tue esigenze.

2 Commenti

  1. Mi può dire il nome del collirio omeopatico..? ☺️Lo acquisterei volentieri..!!!! Ho gli occhi chiari e molto delicati.. oltre ad essere miope purtroppo.. grazie b giornata

    Rispondi

    1. Ciao Francesca, non possiamo darti informazioni sui farmaci o fornirti indicazioni terapeutiche perché la legge italiana non ce lo consente. Il nostro consiglio è di chiedere al tuo medico o farmacista di fiducia, che saprà indicarti la soluzione più adatta a te. Grazie e buon pomeriggio!

      Rispondi

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.