La tosse è una reazione naturale dell’organismo che permette di liberare le vie aeree da corpi estranei e secrezioni che possono ostacolare il passaggio dell’aria o favorire la crescita batterica.

Provocata dalla stimolazione di specifici recettori situati nella laringe, nella trachea e nei bronchi, la tosse è quindi un atto semivolontario che, oltre ad irritare ed infiammare ulteriormente la mucosa respiratoria, impegna tutta la muscolatura dell’apparato respiratorio.

 Vi sono però diverse tipologie di tosse, definite in base alla presenza o meno di secrezioni e alla durata.

Cos’è la tosse?

La tosse secca

La tosse secca è caratteristica di una infiammazione lieve dei tessuti respiratori. È nota anche come tosse irritativa o tosse non produttiva.

 Questa tipologia di tosse è provocata da un’irritazione delle vie respiratorie, non produce muco, è fastidiosa e spesso anche dolorosa. La tosse secca si “autoalimenta”: più si tossisce, più si irritano le vie respiratorie, favorendo altra tosse e così via.

Le cause della tosse possono essere principalmente le infezioni virali stagionali, come raffreddore, laringite e tracheobronchite e fattori ambientali come il freddo, l’inquinamento e il fumo passivo.

E la tosse grassa?

La tosse grassa compare quando l’infezione è più estesa. Questa tosse è detta produttiva perché permette di eliminare le secrezioni (muco traslucido di colore variabile, giallastro o verdastro) depositate nei bronchi e di liberare le vie respiratorie superiori.

Si tratta quindi di una difesa naturale che non deve essere ostacolata. Le cause della tosse grassa possono essere infezioni virali o batteriche che provocano un eccesso di secrezioni bronchiali.

tosse omeopatia

Agire sull’irritazione delle mucose

Di qualunque tipologia si tratti, la tosse è un sintomo che può provocare fastidi durante il giorno e difficoltà a dormire la notte, con il risultato che spesso ci si sente affaticati e privi di energia.

Per questo, la maggior parte dei pazienti si rivolge al medico, cercando soluzioni per calmare rapidamente la tosse.

In questi casi è importante agire sull’irritazione delle mucose respiratorie, perché ogni colpo di tosse accresce l’infiammazione, causando un peggioramento del problema.

Ridurne lo stato irritativo, consente di diminuire la frequenza e l’intensità della tosse. L’omeopatia può rappresentare una valida opportunità per affrontare questi disturbi [1].

I medicinali omeopatici per la tosse, caratterizzati dalle diluizioni delle sostanze attive, generalmente non provocano sonnolenza; si possono quindi assumere in qualsiasi momento della giornata, secondo le indicazioni del medico e/o del farmacista, senza interferire sullo svolgimento delle più comuni attività.

Chi sono le persone più esposte al rischio di tosse?

La tosse, pur non risparmiando alcuna categoria di persone, colpisce soprattutto i soggetti più deboli: anziani e bambini.

È infatti un sintomo molto frequente nell’infanzia, che viene associato a numerose malattie che colpiscono spesso i bambini.

La tosse nei bambini rappresenta spesso un disturbo per questi ultimi e un motivo di preoccupazione per i genitori, quindi anche se la tosse può essere utile in quanto consente di espellere il catarro, è bene rivolgersi al pediatra se non scompare nel giro di pochi giorni.

L’omeopatia può rappresentare un valido aiuto per la presa in carico della tosse?

L’omeopatia può rappresentare una valida soluzione per la presa in carico della tosse [2].

I medicinali omeopatici, grazie alle diluizioni delle sostanze attive presenti nelle loro formulazioni sono solitamente privi di effetti collaterali e possono essere associati ad altri medicinali [3][4] (antinfiammatori, analgesici) e utilizzati da tutti: bambini, anziani e donne in gravidanza o allattamento per i quali è sempre importante attenersi al parere del medico.

L’omeopatia può rappresentare una valida alleata anche per la presa in carico della tosse nei bambini, chiedi consiglio al pediatria, che potrà indicarti come affrontarla anche con i medicinali omeopatici.


[1] Boulet J. Homéopathie L’enfant. Marabout; 2003;p. 121-123

[2] Boulet J. Homéopathie L’enfant. Marabout; 2003;p. 121-123. 

[3] Rocher C. Homeopathie – la femme enceinte. Marabout; 2003. P.14-17. 

[4] Bernardini S, Macrì F, Zanino L. Guida all’Omeopatia. Siomi;2008; p.33.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.